c’è una poesia

c’è una poesia che non scrivo ma conosco

che mi divora anche quando sorrido

si annida nel limite della sera, sulla strada di casa

quando l’amore non sai se ti completa o ti spezza

e i semafori ti vengono incontro muti

senza calendario

 

e allora penso

che avrei distrutto la mia casa

per creare il tuo giardino

e ancora spero

che fioriscano fiori

dalle feritoie del pavimento

 

Leave a Reply